AIS

2019/14

La ricerca-azione nei centri antiviolenza nell’ottica dei mixed methods (Action research in anti-violence centres from the mixed methods perspective), di F. Aureli


Il presente contributo esplora, nell’ottica della Mixed Methods Research , le possibilità di inclusione combinata di strategie di indagine standard e non standard nell’ambito della tipica metodologia di intervento dei centri antiviolenza. L’obiettivo sotteso all’inclusione delle strategie qualitative è rendere le modalità di azione più orientate alla personalizzazione degli interventi e all’autoriflessività delle donne che abbiano subito forme di violenza domestica. Sul versante quantitativo, è prevista l’integrazione di un’indagine con questionario e la trasformazione dei racconti di vita e del materiale qualitativo in variabili di traiettoria, elaborabili in forma statistica.

This article explores the potential of combining standard and non-standard research strategies when studying the typical intervention methodology of anti-violence centres, addressed from a mixed methods angle. Qualitative strategies have been used to adapt the modes of action adopted, favouring more personalized interventions and fostering self-reflexivity among women who have suffered forms of domestic violence. On the quantitative side, we envisage including a survey and converting life stories and qualitative material into trajectory variables, which can then be processed in statistical form.

Parole chiave: Centri antiviolenza, Violenza di genere, Approccio misto, Ricerca-azione, Approccio biografico, Anti-violence centres, Gender violence, Mixed approach, Action research, Biographical approach

L'ACCESSO A QUESTO CONTENUTO E' RISERVATO AGLI UTENTI ABBONATI

Sei abbonato? Esegui l'accesso oppure abbonati.

  • Articolo
  • pp:123-134
  • DOI: 10.1485/AIS_2019/14_3443576
Indice

Archivio della rivista